Pet Therapy

Corso07 A   Corso07 B

PET THERAPY

Letteralmente significa "terapia con animali", viene anche chiamata terapia dolce e prevede l'utilizzo degli animali per migliorare la qualità di vita delle persone. Mira a seguire "il soggetto con problemi" e non tanto "il problema o la malattia", in tal modo l'animale diventa il ponte tra operatore e soggetto seguito. In particolare l'AAT. (o terapia assistita con animali") "è un intervento diretto, con scopi e risultati specifici, che si avvale della presenza di animali con predisposizione al lavoro in questione, che diventano parte integrante del processo di terapia". E' svolta con l'intenzione di promuovere miglioramenti in campo fisico, sociale, emotivo e di funzionamento cognitivo e quindi migliora la qualità della vita delle persone coinvolte.
È una terapia di supporto che integra, rafforza e coadiuva le terapie normalmente effettuate per il tipo di patologia considerato attraverso una comunicazione non verbale ma basata sull’affettivà e  sul coinvolgimento fisico complessivo.

OBIETTIVI:

- Salute mentale: aumento delle interazioni verbali, capacità di attenzione, abilità ricreative, dell’autostima, diminuzione dell’ansia e del vissuto di solitudine.
- Educativi: ampliamento del vocabolario, potenziamento della memoria a breve  e a lungo termine, maggiore padronanza di concetti come taglia, colore ecc.
- Motivazionali: stimolazione della partecipazione all’attività di gruppo e alle interazioni con altri.
- Salute fisica: Accresce  la motivazione al movimento, facilita  l'incontro dello sguardo, promuove  la coordinazione oculo-manuale.
- Rapporto uomo-animale in campo affettivo/emozionale: in grado di arrecare non solo benefici emotivi e psicologici, ma anche fisici, quali l’abbassamento della pressione sanguigna, il rallentamento del battito cardiaco.
- Comunicazione uomo-animale: si basa su una forma di linguaggio molto semplice, cadenzata, con ripetizioni frequenti, tono crescente ed interrogativo, (simile madre/bambino) che produce un effetto rassicurante. Inoltre, data l’incapacità dell’animale di valutare, correggere, contraddire le affermazioni dell’uomo, la comunicazione che deriva tende ad essere più spontanea, meno vincolata al timore di essere giudicati (- stress). Ciò non toglie che è una comunicazione molto ricca.
- Stimolazione mentale: si verifica grazie alla comunicazione con l’altro, rievocazione di ricordi all’intrattenimento, al gioco, che riducono il senso di alienazione e isolamento.
- Tatto: il contatto corporeo e il piacere tattile permettono la formazione di un confine psicologico, della propria identità, il proprio Io.
- L’elemento ludico: cioè il gioco e il divertimento che portano benefici psicosomatici (elevato nel cane  e gatto). Il gioco rafforza i legami e le risate; le persone tramite esso liberano energia e ricavano sensazioni di benessere e calma.
- Facilitazione sociale: la presenza di un animale facilità spesso le interazioni sociali con altre persone (oggetto di conversazione).
- Responsabilità: il legame uomo-animale si basa principalmente sulle emozioni che, a loro volta favoriscono la crescita psicologica, la consapevolezza e l’assunzione delle proprie responsabilità.
- Attaccamento: il legame che si viene ad instaurare può, almeno in parte compensare la mancanza eventuale di quello umano. Legami di attaccamento basati sulla fiducia che potranno essere trasferiti in seguito ad altri individui.

 

PROGETTI SCOLASTICI

Corso07 C   Corso07 D

Puppy Party con bambini
- Giochi di socializzazione
- Abitudini e Stimolazioni sonore e tattili
- Consigli sull’igiene
- Capire il linguaggio del cucciolo e comunicare con lui
- Come giocare con il cane

Corso per mamme in dolce attesa e i loro cani
- Accenni all’etologia e alla vita di branco del cane
- Come preparare il nostro cane all’arrivo del bambino
- Simulazione di vita quotidiana
- Igiene e malattie
- Il bambino e il cane; cosa evitare e cosa rinforzare
- Fasi di crescita del bambino

Corso di AGILITY DOG con ragazzi DISABILI “scopriamo i 5 sensi con Fido”
Il progetto “Scopriamo i 5 sensi” della A.S.D. Stardog Village, propone l’utilizzo di diverse specie animali, che favoriscono una piacevole percezione sensoriale e riproducono uno stato di comunicazione corporea entro la quale il portatore di handicap si sente accudito e coccolato. La sicurezza e la protezione vissute vicino ad un corpo caldo, porta allo sviluppo di un atteggiamento di fiducia verso il mondo esterno. Accanto agli animali si propone l’utilizzo di materiali naturali, che hanno profumi diversi, superfici differenti e per questo forniscono diversi stimoli. In particolare si utilizzeranno piante aromatiche, foglie, muschio, pigne, cortecce, paglia ecc.. per favorire diverse stimolazioni multisensoriali. Queste esperienze riescono ad arricchire cognitivamente ed affettivamente il disabile, che riesce a trovare spazio di azione ed espressione all’interno di un rapporto (uomo/animale) che non ha alla propria base né il giudizio né la richiesta diretta.
Il progetto propone una sequenza di 5 incontri presso il centro cinofilo Stardog Village, dedicati alla stimolazione degli ORGANI SENSORIALI. Ogni incontro verrà dedicato in particolare ad uno tra i 5 sensi: Tatto, Udito, Vista, Gusto, Olfatto.
L’obbiettivo che ci si pone, è quello di fornire strumenti facili, ma estremamente stimolanti così che possano arricchire le esperienze senso-percettive e motorie degli utenti.

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Per saperne di più leggi la nostra Informativa. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information